veganch'io 2010Veganchio 2010 – V edizione

Programma e foto del Veganch’io 2010

 

MILANO – Ieri si è conclusa la V edizione del Festival Veganch’io tenutosi nell’area Feste a Vimercate. Io, il mio ragazzo e la nostra cagnolina abbiamo trascorso le ultime 48 ore in un’atmosfera davvero piacevole e speciale, ora vi racconto il perché.

025VEGANCHIO 2010
Il Festival antispecista ha avuto inizio venerdì 3 Settembre verso le 20.00 con l’aperitivo offerto da Oltre la Specie. Abbiamo continuato la serata con la cena tenutasi nel tendone e l’ottimo cibo interamente vegano (non contenente ingredienti di origine animale).
La piacevole atmosfera si percepiva anche dalla presenza di numerose persone seguite dal loro cane (o micino, c’era anche un gatto di neanche due mesi) e quindi nessuno che storceva il naso per la presenza dei quattro zampe in libertà.
Esprimere ciò che si è non è sempre facile agli occhi di chi non condivide i tuoi stessi pensieri, relazionarsi con le persone presenti ad eventi come questi è un’esperienza positiva ma è anche rafforzare il sapere di non essere soli.
Sono tantissime le associazioni (ognuno per un diverso obiettivo) che si battono per i diritti animali.
Gli animali al Veganch’io vengono messi in primo piano, non per altro nulla di ciò che si è mangiato conteneva ingredienti di origine animale, c’era la possibilità per chi non fosse ancora vegetariano-vegano di reperire materiale informativo inerente alla questione animale e al veganismo.
Ieri mattina, dopo aver fatto la colazione vegana, ho partecipato molto volentieri alla mia prima lezione di yoga con Patrizia Castellani; ed è stato davvero rilassante praticarlo all’aperto e sul prato.
091Come avrete capito al Veganch’io oltre al buon cibo c’erano molte attività che hanno coinvolto grandi e piccini.
L’ingresso era gratuito e anche persone onnivore poteva intraprendere un viaggio in questa realtà dove non viene sfruttato e ucciso nessuno.
C’erano tutti gli ingredienti per vivere due giorni (più una sera) all’insegna del rispetto e alla difesa dei diritti degli animali non umani.
Sono quasi sicura che il mio prossimo passo sarà quello di diventare vegana (ora sono vegetariana).
Sarebbe bello che il Veganch’io venisse organizzato anche più di una volta all’anno, ma comunque ringrazio le persone che organizzano eventi come questi e che si battono ogni giorno per i diritti animali.

Samantha Barbero

102