festa-antispecista.org – Tutte le informazioni su cerimonie, feste, fiere e sagre

Organizzare una cerimonia

Organizzare una cerimonia

Feste esclusiveFeste esclusive

Feste di piazzaFeste di piazza

Come pianificare un matrimonio da favola

Per tutte le coppie che decidono di promettersi amore eterno, il giorno del matrimonio è l’occasione perfetta per celebrare il loro amore insieme a parenti e amici. Un momento festoso la cui organizzazione, però, può risultare molto stressante. Negli Stati Uniti è stato coniato il termine “Bridezilla”, che si riferisce alla promessa sposa (bride) che nei giorni precedenti il matrimonio ha un crollo nervoso a causa dei troppi impegni, trasformandosi in una sorta di mostro dalla forza distruttiva (il Godzilla). Ma niente paura, con un po’ di organizzazione e imparando a dare fiducia a chi ci aiuta in questa impresa, anche la pianificazione della festa sarà un viaggio piacevole e ricco di sorprese.

Scegliere la data e la location

Fondamentale per orientare tutte le scelte successive, è la scelta della location e della data. Se si hanno parenti o amici che devono affrontare un lungo viaggio, bisognerà organizzare anche il loro pernottamento. Spesso, chiese usate per le cerimonie a causa della loro unicità e atmosfera romantica vanno prenotate con largo anticipo.

Il “tema” del matrimonio

Si può anche scegliere di caratterizzare il proprio matrimonio con un tema particolare, che può essere relativo a una passione condivisa dagli sposi, come la musica o i viaggi. Anche un colore, spesso associato al bianco, può donare quel tocco di carattere che renderà la cerimonia originale e unica.

La scelta del menù

Anziché optare per un numero eccessivo di portate, che trasforma il ricevimento in una maratona estenuante di assaggi, meglio puntare su pochi piatti, ma scelti con estrema cura e presentati in modo impeccabile. Per una questione di etichetta, bisogna tener presente eventuali regimi alimentari degli invitati, dettati da motivazioni religiose, culturali o di salute.

La lista degli invitati

Nello stilare la lista degli invitati, c’è chi sceglie di includere anche i parenti di quarto grado e amici che non si frequentano più da tempo, mentre altri preferiscono una cerimonia con pochi intimi. Non esistono regole, bisogna lasciarsi guidare solo dai propri desideri. Magari, se si decide di invitare solo un ristrettissimo gruppo di ospiti, è buona educazione avvisare coloro che non sono stati inclusi delle ragioni di una tale scelta, in modo che siano comunque al corrente dell’avvenuto matrimonio.

Tenere d’occhio il budget

O meglio, considerare che ci saranno voci di spesa che non sono state incluse nel budget iniziale. Normalmente, bisogna aggiungere circa un 10% ai costi previsti, per poter quindi stare tranquilli e poter fronteggiare anche spese inaspettate senza problemi.

Affidarsi a professionisti

Solo le parole “wedding” e “planner”, pronunciate una di seguito all’altra evocano subito un senso di pace e tranquillità. Eh sì, perché un professionista, in questi casi, rappresenta non solo un’ancora di salvezza, ma una vera stella polare, alla quale affidarsi durante l’impervia navigazione che porta dritta all’altare. Dovendo scegliere tra le voci di spesa da includere assolutamente, un wedding planner è forse quella più indispensabile. Fa risparmiare tempo, tanto stress e, soprattutto, riesce a tradurre i sogni di ogni coppia in realtà.

Feste di compleanno

Celebrare il completamento di un “giro intorno al sole” può essere divertente a qualsiasi età. Ecco qualche consiglio pratico per organizzare una festa speciale.

Feste per bambini

Se non si dispone di una casa molto ampia oppure di un giardino, fino agli 8 anni si può optare per l’affitto di una ludoteca, con un catering e animatori che si occuperanno di intrattenere i piccoli invitati. Dai 9 anni in su, sarà molto apprezzata una “festa al cinema”, per mangiare poi una pizza tutti insieme al termine della proiezione.

Festa dei 18 anni

Momento indimenticabile per ogni giovane che entra nella maggiore età, la festa dei 18 anni corrisponde un po’ alla nostra “entrata in società”. Meglio scegliere una location come una piccola discoteca o una sala per ricevimenti. Come dress code, l’abito da sera, per accentuare la natura formale dell’evento. D’obbligo un DJ per l’intrattenimento musicale.

Compleanni degli adulti

Dalle cene tra pochi amici intimi fino alle feste in grande stile per i più esigenti, esistono infiniti modi di festeggiare un compleanno. Non bisogna dimenticare che, anche in età adulta, c’è bisogno di divertirsi. Perché quindi non organizzare una coinvolgente caccia al tesoro oppure una serie di giochi di società da fare durante la serata?

Feste a sorpresa

Un’attenta pianificazione, l’aiuto di diverse persone, creatività e un pizzico di passione per le “missioni segrete”: ecco gli ingredienti giusti per la riuscita di una festa a sorpresa. Perché l’evento sia di sicuro effetto, meglio coinvolgere un gran numero di persone, preparare addobbi e una torta di compleanno di grandi dimensioni, che, insieme all’entusiasmo degli invitati, sarà la prima cosa che il festeggiato vedrà appena arrivato nel luogo scelto per la celebrazione. Attenzione però ai possibili involontari “delatori”: se pensate che ci sia qualcuno che non è in grado di mantenere il segreto, è consigliabile tenerlo all’oscuro fino a poche ore prima dell’evento.

Il compleanno dei nonni

Non c’è niente di più bello che poter festeggiare il compleanno dei nonni, magari coinvolgendo molti membri della famiglia, un po’ come succede nel giorno di Natale o in altre occasioni speciali. Se nessuno dispone di una casa abbastanza grande, si può optare per un ristorante tipico, magari in campagna, così, oltre al pranzo si potrà godere di una giornata all’aria aperta. Un’idea regalo? Un album di fotografie con gli scatti più belli che ritraggono i nonni con figli e nipoti nel corso degli anni.

Il battesimo: idee per le feste con i bambini

Non solo un sacramento carico di significati religiosi, il battesimo è tradizionalmente un evento che coinvolge tutta la famiglia, per ritrovarsi e festeggiare il nuovo nato e i neo-genitori. Qui di seguito, ecco qualche consiglio per organizzare una giornata piacevole e non troppo stressante.

Le bomboniere

Piccoli oggetti in ceramica o metallo, targhette con il nome, scatoline porta confetti in legno decorato: l’importante è che il colore predominante sia il bianco, con tanto tulle, decorazioni con piccoli fiori secchi e, naturalmente, i confetti colorati, alle mandorle, al cioccolato o anche in nuovi gusti come i nuovissimi variegati alla frutta, per la gioia dei più piccoli. Tra le ultime tendenze troviamo anche i vasetti di miele o le saponette bio con l’etichetta con il nome del neonato.

Buffet per bambini e adulti

Pranzo o buffet in piedi? La seconda opzione è sicuramente preferibile, ma bisogna anche tener conto del fatto che le persone più avanti con l’età avranno la necessità di utilizzare un tavolo per poter mangiare comodamente. Dagli antipasti, meglio se in forma di fingerfood, fino ai dolci e all’immancabile torta, bisogna tener conto sia delle esigenze e dei gusti dei bambini che degli adulti, comprese intolleranze, allergie e regimi alimentari. Un servizio di catering potrà avere un costo di qualche centinaia di euro, a seconda del numero degli invitati.

La location

Se tra gli invitati sono presenti molti bambini, la scelta del ristorante deve ricadere su una struttura che può mettere un’intera sala a disposizione degli ospiti, meglio se con un giardino adiacente dove poter “scaricare le energie”. Ci sono bambini che riescono a stare seduti tranquilli anche per diverse ore, ma non è certo la norma. Quindi, meglio giocare d’anticipo.

Le feste più glamour

Altro che “feste private”! Ci sono eventi per invitati selezionatissimi che, per il loro sfarzo, finiscono sui più noti rotocalchi, con immagini che rimbalzano impazzite anche sui social network. Ecco alcuni dei party più esclusivi che si sono svolti negli ultimi anni.

Da Beyoncè a Kate Moss: feste americane con stile

Per la loro figlia Blu Ivy, che è già una piccola star, Beyoncè e Jay Z non hanno davvero badato a spese: solo per la torta di compleanno e un’insolita bambola tempestata di diamanti, la cifra spesa è stata davvero astronomica. Kate Moss, per celebrare i suoi primi 40 anni, ha rispolverato la tradizione dell’Antica Roma di prolungare i festeggiamenti per diversi giorni, con un party durato complessivamente circa 100 ore.

Le location più spettacolari

Chi ha voglia di divertimento senza limiti (neanche di spesa), può organizzare una festa nel castello D’Agassac, dimora francese del XIII secolo, immersa in un giardino da favola. Se si è alla ricerca del fascino esotico, per immergersi in un’atmosfera da Mille e Una Notte, ecco il Royal Mansour di Marrakech, un palazzo straordinario disponibile per eventi privati. Preferite una festa in barca? Allora è proprio il caso di considerare il noleggio del Sunborn, un super yacht con servizi di un 5 stelle, ancorato nel porto di Gibilterra.

Nuove tendenze nelle feste dei VIP

Muovendosi spesso in bilico tra massimi livelli di eleganza, qualche tocco di kitsch e una presunta trasgressione tanto amata dalla stampa che si occupa di gossip, anche le feste dei VIP devono stare al passo con le ultime mode e tendenze. Ecco alcuni dei trend più seguiti.

I matrimoni segreti

Molte star di Hollywood, tra cui Daniel Craig, Jennifer Lawrence e Penelope Cruz, sono convolate a nozze in eventi tanto riservati da rimanere del tutto sconosciuti ai più. La notizia dell’avvenuta cerimonia è in molti casi stata resa nota addirittura anni dopo il fatidico “sì”.

Le feste a Ibiza

Da sempre una delle location preferita dagli amanti dei party estremi di tutto il mondo, Ibiza è tornata alla ribalta per la nuova moda di organizzare cene e feste esclusive sull’isola spagnola dove si balla fino all’alba grazie ai più travolgenti DJ set della scena musicale europea.

I “White Party”

Il bianco, dice un adagio popolare, “tace il mondo”, per la sua bellezza e candore. Ma il motivo per cui viene scelto come leitmotiv per addobbi, pietanze e, soprattutto, vestiti da sera è perché, oltre a essere molto chic è l’alleato perfetto per le feste di fine estate, quando si vuol mettere in risalto l’abbronzatura.

Come organizzare una festa in piazza

Organizzare una festa, un evento musicale o una celebrazione di altro tipo (religiosa, sportiva) in una piazza o luogo pubblico può essere un’esperienza entusiasmante, ma bisogna munirsi di molta pazienza per poter pianificare tutte le attività con largo anticipo. Sia che si tratti di un festival musicale, di uno spettacolo di un singolo artista o di una rassegna teatrale, saranno necessarie una dettagliata programmazione e le autorizzazioni del Comune di competenza.

La stesura del programma

Il programma, che includerà dati precisi sulla tipologia di evento e finalità, dovrà essere presentato per approvazione negli uffici del Comune. Le associazioni culturali che organizzano eventi nell’ambito di manifestazioni periodiche potrebbero anche avere accesso a qualche fondo stanziato per la cultura, per aiutare a coprire i costi e mantenere così al minimo i prezzi degli eventuali biglietti.

Autorizzazioni e licenze

Tra le autorizzazioni che bisogna richiedere troviamo la licenza di Pubblico Spettacolo, insieme all’Autorizzazione per l’Occupazione di Suolo Pubblico. Nel caso venga montato un palco, americane per l’illuminazione o altre strutture fisse, bisognerà inoltre richiedere la Dichiarazione di Agibilità. Potrebbe essere necessario presentare una planimetria dell’evento preparata a cura di uno studio di architettura.

Promozione dell’evento

Quando si è in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie e ci sono accordi fissati sia con gli artisti che con i fornitori di servizi (service audio, luci, sicurezza) allora può iniziare la promozione dell’evento. Si possono utilizzare vari canali, a seconda del tipo di pubblico che si vuole raggiungere: i social network, la stampa o le radio locali. Per l’affissione di manifesti su strada, bisognerà chiedere un’ulteriore autorizzazione e pagare una tassa.

Sagre e feste patronali in Italia

Il termine “sagra” indica una festa, spesso a cadenza annuale, che si celebra in un determinato luogo. In origine, si trattava di feste con una forte connotazione religiosa, che si svolgevano nello spazio antistante i luoghi di culto, ovvero il cosiddetto “sagrato”. Ancora oggi, in molti borghi d’Italia, le feste o sagre patronali si svolgono in occasione della celebrazione del santo protettore del paese. Oltre alle celebrazioni religiose, le sagre includono spettacoli di musica, danza e teatro, mercati tipici e, sopratutto, la possibilità di assaporare piatti tipici in ristoranti all’aperto allestiti sotto tensostrutture.

Le sagre più famose

Tra le feste più note nel territorio italiano, troviamo la Festa della Mela, che si svolge, nel mese di ottobre, in Val di Non. Protagonista assoluta è la rinomata mela prodotta nel luogo, con la quale si preparano deliziosi dolci e confetture. Nella prima metà di aprile, Ladispoli (sul litorale romano) è il teatro della prelibata Sagra del Carciofo Romanesco, che viene preparato riproponendo ricette appartenenti ad antiche tradizioni. Un’altra sagra da non perdere, nella splendida località calabrese di Diamante, è la Sagra del Peperoncino. Un evento per tutti gli appassionati della buona cucina, per gustare ricette arricchite dal celebre condimento piccante simbolo di questa località di mare.

Per maggiori informazioni su festa-antispecista.org vi invitiamo a compilare il presente modulo.

festa-antispecista.org – Tutte le informazioni su cerimonie, feste, fiere e sagrefesta-antispecista.org – Tutte le informazioni su cerimonie, feste, fiere e sagre

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *